Safer Internet Day: la campagna Unieuro contro il cyberbullismo

febbraio 7, 2017

safer-internet-day_-la-campagna-unieuro-contro-il-cyberbullismo

Nell’ampio panorama delle nuove tecnologie digitali, oltre ai tanti aspetti di sicuro valore sia per i privati cittadini che per gli operatori economici, nel corso degli ultimi anni e in particolare transitando sia per i canali dei social networks che per l’applicazione di messaggistica WhatsApp, è andato via via crescendo un fenomeno deteriore e dai contorni spesso criminali: il cyberbullismo.

Non di rado, la cronaca giornalistica ci ha spesso raccontato storie di vessazioni, umiliazioni e prevaricazioni che hanno colpito duramente un cospicuo numero di giovani e di giovanissimi. In alcuni casi, questo uso incivile e delinquenziale (perché è di questo che si tratta) delle nuove tecnologie digitali ha spinto addirittura alcuni giovanissimi all’estremo gesto del suicidio.

Davanti a una situazione sempre più grave e che tende a minare nel profondo ciò che dovrebbe sempre essere non soltanto l’so corretto dei mezzi di comunicazione, ma anche la base di una convivenza civile, è cresciuta la sensibilità collettiva nei confronti di tale fenomeno: rispetto a pochissimi anni fa, scuola, famiglie e istituzioni hanno iniziato a osservare con maggiore attenzione ciò che accade e che potrebbe accadere di nocivo a causa del bullismo che colpisce attraverso il mondo digitale.

Proprio oggi, 7 Febbraio 2017, in occasione del Safer Internet Day, la giornata mondiale dedicata alla sicurezza in rete (soprattutto, dei minori) che coinvolge oltre 100 Paesi in tutti i continenti, l’azienda di elettronica Unieuro, dimostrando un’ampia sensibilità sul versante sociale, ha ribadito il proprio impegno nella lotta contro il cyberbullismo e ha fatto il punto sul progetto “No Cyberbullismo”.

Il progetto, nato nel 2016, si è sviluppato attraverso una campagna informativa su tutti i punti vendita della catena che ha coinvolto anche gli oltre 4.000 collaboratori e con il tour #cuoriconnessi (nei teatri e nelle scuole) ha informato e sensibilizzato sul tema oltre 10.000 studenti di Forlì, Milano, Roma, Treviso, Senigallia, Firenze, L’Aquila, Torino, Cagliari, Verona, Como e Bologna.

In questo scenario, il docufilm #cuoriconnessi, in modo particolare, fa parte dell‘importante campagna di sensibilizzazione contro questo fenomeno che l’insegna promuove in collaborazione con la Polizia di Stato e che è stata presentata Domenica 5 Febbraio presso la Camera dei Deputati, alla presenza della Presidente della Camera Laura Boldrini e delle più alte cariche della stessa Polizia di Stato.

Si è trattato, nello specifico, come comunicato dall’ufficio stampa dell’azienda, di un momento istituzionale importante per l’insegna, che ha colto tale occasione per confermare il proseguo del tour anche nel 2017, con nuove tappe nelle principali città italiane, a partire dal prossimo mese di Marzo.

Giancarlo Nicosanti, Amministratore Delegato e Presidente di Unieuro, ha sottolineato: “Sono molto orgoglioso di aver ricevuto il ringraziamento della Presidente della Camera, Laura Boldrini, in occasione di questa importante giornata contro il cybercrime, per il nostro impegno a contrastare il cyberbullismo” e ha aggiunto “Come azienda, abbiamo il dovere di sensibilizzare i ragazzi ad utilizzare consapevolmente i dispositivi elettronici, quali computer, smartphone e tablet. Il nostro impegno va nella stessa direzione delle istituzioni e proseguiremo in questo importante progetto di responsabilità sociale”.

Durante il tour #cuoriconnessi, attraverso la proiezione del docufilm, vengono raccontate storie vere di vittime di questa particolare forma di violenza (dalle conseguenze a volte gravissime) al fine di offrire ai giovani un significativo e importante spunto di riflessione.

Flavia Rizza, protagonista di una delle storie del docufilm, ha raccontato: “Essere stata per 3 anni isolata da tutti per la mia voglia di studiare e per il mio aspetto fisico è stato terribile ed è doloroso ogni volta portare la mia testimonianza, ma ho la certezza che la mia storia può essere d’aiuto a tanti ragazzi che vivono situazioni simili. Ringrazio la Polizia di Stato e Unieuro che hanno reso possibile la realizzazione e la divulgazione di #cuoriconnessi“.

Per informazioni e contatti utili:
nocyberbullismo.it.

Per vedere il trailer del docufilm #cuoriconnessi:
https://www.youtube.com/watch?v=Yo4GmZIYjWE

 

Marco Mancinelli
PressWeb Editor
pressweb@teletu.it


La rivincita della Radio al Web Radio Festival 2016 tra innovazione e talento

settembre 27, 2016

la-rivincita-della-radio-al-web-radio-festival-2016-tra-innovazione-e-talento

Si è conclusa la seconda edizione del Web Radio Festival, manifestazione dedicata sia alle novità che alle opportunità del mondo radiofonico on line organizzata da Radiospeaker, con il contributo di importanti sponsor, quali NewRadio, Spreaker, Dm Broadcast, Full Motion Stream, Tedes, Polimatrix, Planet Multimedia, ScuolaZoo, M2o e Food Family.

L’importante evento ha messo in evidenza come questo mezzo di comunicazione, tra i più antichi tra quelli di diffusione di massa, sia in continua evoluzione ed estremamente contemporaneo, continuando ad affascinare anche le generazioni più giovani.

Cambia il mondo delle emittenti, che non trasmettono più soltanto in FM, ma anche tramite Internet o utilizzando entrambi i canali, ma, soprattutto, cambia il modo di fruire i programmi radiofonici che vengono ascoltati guidando l’auto o attraverso lo smartphone.

Nel corso del Festival, sono state presentate soluzioni innovative come UanApp, il software completamente italiano ideato da Paolo Noise de Lo Zoo di 105, una piattaforma che permette alle emittenti di creare un proprio profilo, inserire palinsesto e sito web, organizzando i propri contenuti attraverso un pannello di controllo personale, analizzando l’andamento del canale e monetizzando la pagina all’interno dell’applicazione.

Dal punto di vista dell’utente, l’App consente non soltanto di ascoltare le varie emittenti inserite, ma anche di interagire con loro in real time durante le dirette.

Nel corso della manifestazione, sono stati presentati anche molti altri applicativi, come Full Motion Stream, un network di web radio, con servizi ad hoc, dal web radio hosting allo sviluppo di portali e applicazioni, fino all’innovazione della Web Radio on demand.

Di grande interesse anche l’App Mb Studio Live, presentata da NewRadio (che permette di andare in diretta in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo direttamente dal proprio smartphone) e, ultima novità nel settore della radio, inStore, uno strumento dalle dimensioni ridotte (entra in un palmo di mano) che consente di trasmettere lo stesso segnale radio in centinaia di negozi o alberghi, ma con pubblicità diversificate a seconda del punto vendita. Inoltre, è stato presentato Fluo, il nuovo software di automazione radiofonica, anche questo completamente made in Italy e distribuito da Dm Broadcast, che, tra le varie funzioni, prevede anche la possibilità di creare una lista di canzoni che verranno lanciate in automatico in caso di black out della rete.

Infine, al termine della giornata, sono stati annunciati i nomi dei vincitori delle varie categorie del contest collegato al Web Radio Festival e che si sono aggiudicati importanti premi, come forniture di materiale radiofonico di alto livello e la possibilità per gli speaker di vivere un’esperienza lavorativa presso realtà importanti come M2O e la web radio di ScuolaZoo.

I VINCITORI

MIGLIOR SPEAKER MASCHILE: Francesco Cellini
MIGLIOR SPEAKER FEMMINILE
: Alessia Pellegrino
MIGLIOR WEB RADIO DI PROGRAMMI
:  Luceverde Radio
MIGLIOR WEB RADIO MUSICALE
: 92100 Radio Station
MIGLIOR PODCAST
: Zen Zero
VINCITORI PREMIO SCUOLAZOO
: Alessia Pellegrino e Francesco Cellini

Il mondo della radio, quindi, conferma di essere entrato in una fase di intensa evoluzione, fortemente caratterizzata dalla sempre più capillare diffusione dei nuovi dispositivi digitali: la comunicazione radiofonica si arricchisce di nuove opportunità e amplia il proprio scenario di azione.

Marco Mancinelli
PressWeb Editor
pressweb@teletu.it


Internazionale a Ferrara 2016

settembre 26, 2016
Internazionale a Ferrara 2016

                            

Da Venerdì 30 Settembre a Domenica 2 Ottobre, torna Internazionale a Ferrara, il festival del giornalismo organizzato dalla rivista Internazionale.
Con giornalisti italiani ed esteri, si parlerà di informazione, attualità, economia, letteratura e fotografia: nell’agenda dell’edizione 2016, 240 ospiti, 31 Paesi, 60 testate giornalistiche e 120 incontri.
Tra le tante personalità di spicco del mondo del giornalismo e della cultura, saranno presenti Corrado Formigli, Gad Lerner, Moni Ovadia, Tullio De Mauro, Marco Mancassola, Alessio Jacona, David Randall, David Rieff, Luca Sofri, Daria Bignardi, Giampiero Gramaglia, Loris De Filippi, Jonathan Freedland, John Hooper e Dan Savage.
Nelle varie location del festival, avranno luogo dibattiti, conferenze, workshop e una cospicua serie di eventi artistici.
Tra i più significativi momenti del Festival, da segnalare l’incontro con Hossam Bahgat, giornalista e attivista egiziano che riceverà il Premio Anna Politkovskaja alla presenza dei genitori di Giulio Regeni.
Anche quest’anno, Internazionale a Ferrara, manifestazione giunta alla decima edizione, trasformerà la città estense in una grande newsroom capace di richiamare migliaia di appassionati di media e cultura.

Programma Internazionale a Ferrara 2016

Marco Mancinelli
PressWeb Editor
pressweb@teletu.it


In arrivo il Web Radio Festival 2016

maggio 26, 2016

WEB RADIO FESTIVAL 2016

Per il terzo anno consecutivo, torna il Web Radio Festival 2016, il primo evento al mondo dedicato alle Radio On Line.

L’importante manifestazione si terrà a Roma, Sabato 24 Settembre 2016, presso la prestigiosa location di Roma Eventi in Piazza di Spagna.

Giunto alla sua terza edizione, il Web Radio Festival 2016 è organizzato da Radiospeaker.it ed è il punto d’incontro tra le realtà radiofoniche presenti sul web.

La giornata, a ingresso libero, prevede workshop formativi, ospiti del panorama radiofonico nazionale e internazionale, stand con le migliori aziende del settore radiofonico, dirette in contemporanea su centinaia di radio ed il contest per eleggere i migliori speaker, podcaster e web radio italiane.

Al contest del Web Radio Festival 2016 potranno partecipare speaker, web radio e podcaster di tutta Italia per aggiudicarsi uno dei tanti premi: Miglior Web Radio MusicaleMiglior Web Radio di Programmi, Miglior Speaker Maschile, Miglior Speaker Femminile, Miglior Podcast.

Sono già stati confermati i primi nomi della giuria, tutti station manager e direttori artistici dei principali network radiofonici italiani: Fabrizio Tamburini di M2oAngelo Colciago di Radio 105, Angelo Baiguini di RTL 102.5, Danny Stucchi di Radio Capital e Daniele Tognacca di R101.

Per iscriversi al contest e provare a vincere i tanti premi radiofonici in palio, occorre compilare, entro l’1 Settempre 2016, il modulo d’iscrizione alla pagina on line www.webradiofestival.it/iscriviti/.

L’ultima edizione del festival svoltasi il 14 Giugno 2015, presso il Teatro Centrale di Roma, ha registrato numeri importanti che ne hanno confermata l’ampia portata: oltre 1.500 presenze, 20 workshop formativi, 250 radio coinvolte, 400 speaker provenienti da tutta Italia, ospiti importanti del panorama radiofonico italiano come Elettra Marconi (figlia dell’inventore della radio Guglielmo Marconi), Fernando Proce (speaker di RTL 102.5), Dino Brown (speaker di M2o e presentatore dell’evento), Betty Senatore (speaker di Radio Capital), Laura Antonini (speaker di Radio Deejay), Fabrizio Tamburini (station manager di M2o, radio partner dell’evento), Claudio Cannizzaro (head producer di RDS), Lucio Scarpa (station manager di Radio Globo) e Alessio Bertallot (già speaker di Radio Deejay e di Radio 2 Rai).

La significativa manifestazione riafferma il ruolo crescente delle stazioni radiofoniche presenti in Internet e, di fatto, evidenzia uno scenario destinato ad ampliarsi, arricchendo il mondo della comunicazione italiana.

Informazioni:
www.webradiofestival.it


Marco Mancinelli
PressWeb Editor
pressweb@teletu.it


Marco Giovannelli eletto Presidente dell’Anso, associazione nazionale della stampa on line

maggio 18, 2016

Marco Giovannelli eletto Presidente dell'Anso, associazione nazionale della stampa on line

Marco Giovannelli, direttore di Varesenews, è il nuovo presidente dell’Anso (associazione nazionale della stampa on line). La nomina è avvenuta lo scorso 7 Maggio in occasione dell’assemblea dell’associazione svoltasi ad Ancona. Marco Giovannelli è stato scelto dal direttivo dell’Anso, votato dai soci e rinnovatosi per quattro quinti. I vice presidenti sono Matteo Rainisio (editore di IVG e Genova24) e Saverio Zeni (editore di OkMugello). Il direttivo, che resterà in carica per i prossimi tre anni, è completato da Rosella Del Castello (direttore di Bergamonews) e da Vincenzo Cifarelli (editore di livenetwork). Il direttivo rappresenta decine di testate locali in relazione sia alla geolocalizzazione delle stesse che alle realtà dimensionali dei progetti editoriali. Il neopresidente Marco Giovannelli ha dichiarato: “È un onore per me ricoprire questa carica. Dodici anni fa, ero tra i fondatori e, oggi, posso dire con serenità che allora avevamo visto giusto. L’editoria digitale locale ha un grande valore. In queste stagioni, ha faticato molto per emergere, ma quando è riuscita a costruire un forte radicamento sul territorio, ha dimostrato di esser strategica per le proprie comunità. Tutto questo ben prima dell’avvento dei social network. Il nuovo direttivo raccoglie bene le diverse anime presenti nell’Anso. I prossimi anni saranno importanti per accompagnare molte realtà editoriali verso uno sviluppo sia in termini di lettori sia in quelli economici e occupazionali. In un momento di forte crisi, i giornali locali rappresentano uno straordinario tassello dell’informazione. Anso intende esser sempre più un interlocutore dei tanti soggetti dell’eco sistema giornalistico e della comunicazione. L’associazione farà sentire la voce delle tante realtà locali piccole e grandi e ci metteremo a disposizione per far crescere la cultura digitale nel nostro Paese”. Marco Giovannelli succede a Betto Liberati, editore del Quotidiano. Prima di lui, alla guida di Anso erano stati Marco Di Maio e Luca Lorenzetti.

Marco Mancinelli
PressWeb Editor
pressweb@teletu.it


10 anni di PressWeb

aprile 28, 2016

10 anni di PressWeb

Era il 27 Aprile del 2006 quando il blog PressWeb fu attivato on line, presentandosi con l’editoriale “PressWeb… Comunicazione sul Web”.

Da allora, sono passati 10 anni durante i quali questo blog ha svolto una funzione da contenitore di news, di riflessioni e di spunti dedicati al mondo della comunicazione, dell’informazione e dei media (vecchi e nuovi).

Si è scelto, volta per volta e preservando la mission del blog, di dare spazio a importanti e qualificati eventi dell’ampio scenario della comunicazione, senza trascurare il racconto di iniziative culturali in ambito artistico: l’arte, infatti, va considerata, a tutti gli effetti, una forma straordinaria di grande comunicazione e di suggestiva narrazione.

Ed è per questo motivo che, oltre alle news relative a significativi festival del giornalismo (“Internazionale a Ferrara”, “Festival Internazionale del Giornalismo” e “GlocalNews”) e della letteratura (“La Passione per il Delitto”), sulle pagine on line di questo blog si è parlato di iniziative dedicate a varie arti espressive (le litografie di Andy Warhol, indimenticabile maestro e precursore della Pop Art, la mostra fotografica sul grande cantante e poeta rock Jim Morrison curata dal fotogiornalista Frank Lisciandro, le creazioni pittoriche del giovane artista spoletino Tommaso Faraci, il World Press Photo e altro ancora).

Oltre a tutto ciò, PressWeb ha dialogato con professionisti di settori diversi (in particolare, con l’architetto e designer Andrea Tornaghi, con l’informatico Giuliano Ricci, con la giornalista Paola Pioppi, con lo scrittore e giornalista Piero Colaprico, con gli scrittori Andrea Carlo Cappi e Domingo Villar), ricavando aspetti peculiari del lavoro da loro svolto con un occhio sempre attento alla comunicazione rivolta ai rispettivi contesti.

La rubrica “Write to PressWeb”, inoltre, ha stimolato diversi lettori e lettrici del blog a porre questioni interessanti e molto attinenti alle varie (e, spesso, complesse) situazioni del mondo della comunicazione vissute nell’ambito della libera professione, in azienda e nel quotidiano di privati cittadini.

Va detto che non pochi lettori e lettrici non soltanto hanno postato commenti a diversi articoli pubblicati su PressWeb, ma anche e soprattutto scritto via e-mail per esprimere opinioni e, non di rado, segnalare (e confidare) fatti e situazioni mai banali.

Interessanti e densi di significati valoriali i contributi offerti da alcuni affezionati lettori, tra i quali quello incentrato sulla corporate social responsibility nel contesto italiano scritto da Veronica Cogliati.

Da ricordare è il risultato ottenuto, grazie ai lettori che votarono on line, in occasione dell’edizione 2007 del Premio WWW del Sole 24 Ore: a pari merito con altri siti, PressWeb si piazzò al 9° posto della “Categoria Blog” (su 318 blog partecipanti) e al 16° posto nella “Categoria Generale”, in cui erano stati inclusi tutti i 18.357 siti web partecipanti.

Tornando ai temi trattati, uno spazio crescente è stato riservato a news e informazioni di varia tipologia attinenti al mondo del giornalismo: non si tratta soltanto dei festival già citati, ma anche di questioni riguardanti la professione, quali, per esempio, la recente Carta dei Doveri del Giornalista, il giornalismo investigativo, l’etica professionale, gli scenari evolutivi del modo di fare informazione, i rapporti con le fonti giornalistiche e molto altro.

A questo breve e necessariamente sintetico riassunto di 10 anni di PressWeb, aggiungo non soltanto un sincero ringraziamento per la costante attenzione rivolta a questo blog da un numero crescente di lettori, ma anche una piccola anticipazione: per celebrare il decennio 2006-2016, coerentemente con la mission e con gli argomenti qui trattati, è allo studio la realizzazione di un premio dedicato proprio ai lettori di PressWeb, premio di cui verranno ampiamente resi noti i dettagli nei prossimi mesi.

PressWeb ha 10 anni e, con passione, continua a guardare sempre avanti.

Marco Mancinelli
PressWeb Editor
pressweb@teletu.it


Il Premio Antonio Fogazzaro annuncia il nuovo concorso di Microletteratura e Social Network 2016

aprile 18, 2016

Premio Antonio Fogazzaro 2016

Con sempre maggiore frequenza, il mondo della letteratura, primario strumento di racconto e di divulgazione, dimostra un crescente interesse rivolto alle forme di comunicazione insiste nel variegato scenario dei social network.

Di particolare rilevanza è la notizia che vede il Premio Antonio Fogazzaro annunciare il nuovo concorso di Microletteratura e Social Network 2016, la competizione più social e tecnologica della famiglia dei concorsi letterari dello stesso Premio Antonio Fogazzaro.

Quest’anno, il concorso chiede ai propri partecipanti di scrivere a un interlocutore reale, immaginario, concreto o ideale e astratto, un testo in forma epistolare.

L’idea di scrivere una lettera nell’epoca superveloce della “posta elettronica”, degli SMS, dei post, dei tweet e della messaggeria più social potrebbe sembrare un esercizio di velleità antiquarie o essere banalmente giudicata una perdita di tempo.

Eppure, l’attività epistolare è stata per secoli l’indispensabile trait d’union tra individui divisi dalla lontananza o che semplicemente desideravano scambiarsi idee, opinioni, sentimenti o semplici informazioni quotidiane.

La scrittura epistolare era un’attività così consueta da divenire nel tempo anche un apprezzato genere letterario, adottato da scrittori della levatura di Diderot, Goethe, Foscolo, De Laclos, Richardson, Bram Stoker, Rousseau, Hölderlin e molti altri ancora.

Il Premio Antonio Fogazzaro, desideroso di continuare a proporre apprezzati esperimenti ai suoi fedeli internauti, nel settimo anno del concorso Microletteratura e Social Network, sceglie quindi di stimolare i propri autori a cimentarsi con la scrittura epistolare, sviluppando strade percorse in passato con una nuova e più ampia creatività.

Il concorso si svolge sulla pagina Facebook del Premio Antonio Fogazzaro dall’1 al 30 Aprile e si divide in due categorie principali: “Qualità” e “Mi Piace”.

Il primo e il secondo classificato della categoria “Qualità” vinceranno, rispettivamente, un premio in denaro del valore di 350 euro offerto da Allianz Agenzia di Porlezza (CO) e un fine settimana da sogno offerto dall’Hotel Stella d’Italia, storico albergo di charme sulle rive del lago di Lugano, frequentato e raccontato dallo stesso Antonio Fogazzaro: un premio per legare intimamente il mondo virtuale di Facebook con la splendida realtà del territorio tanto amato dallo scrittore e dal Premio che si onora di portare il suo nome.

Alla consolidata Giuria il compito di decretare gli autori più meritevoli: Alberto Buscaglia, regista e sceneggiatore e ideatore e curatore del Premio Antonio Fogazzaro; Rossella Pretto, attrice, scrittrice e blogger letteraria, fondatrice di Prettamente, pagina web che racconta, pensa, recensisce; Gian Paolo Serino, scrittore e tra i più autorevoli critici letterari, o come ama definirsi “estensore di recensioni emotive”, fondatore della seguitissima rivista on line Satisfiction.me.

I vincitori della categoria “Mi piace”, invece, saranno decretati in base al numero di like che riceverà l’elaborato postato sulla pagina Facebook del Premio.

In seguito, i premiati di entrambe le categorie verranno pubblicati nel volume cartaceo “Premio Antonio Fogazzaro 2016 – IX Edizione”, insieme ai partecipanti che avranno postato almeno 10 composizioni valide, anche se non premiate.

La partecipazione al concorso Microletteratura e Social Network è gratuita.

La cerimonia di premiazione si terrà Sabato 10 Settembre presso Villa Gallia, a Como.

Giunto alla nona edizione, il prestigioso Premio Antonio Fogazzaro è nato per promuovere la narrativa e la poesia in lingua italiana e in dialetto.

Tra i più attesi appuntamenti letterari, il Premio intende diffondere sia la figura e l’opera di Antonio Fogazzaro, uno degli scrittori più significativi della cultura letteraria fra Ottocento e Novecento, che la conoscenza del territorio della Valsolda, terra natale della madre dello scrittore.

Nato a Vicenza nel 1842, Fogazzaro fu sempre legato a Oria, in Valsolda, un piccolo borgo comasco affacciato sulle sponde del lago di Lugano tanto amato dallo scrittore, al quale dedicò alcuni componimenti e dove ambientò il capolavoro “Piccolo mondo antico”.

 

Informazioni:

info@premioantoniofogazzaro.it
http://www.premioantoniofogazzaro.it/bandi/
https://www.facebook.com/Premio-letterario-Antonio-Fogazzaro-175988286108/  

 

Marco Mancinelli
PressWeb Editor
pressweb@teletu.it