Festival Internazionale del Giornalismo 2016

marzo 31, 2016

Festival Internazionale del Giornalismo 2016

Dal 6 al 10 Aprile, a Perugia, si terrà la decima edizione del Festival Internazionale del Giornalismo.

Il motivo conduttore di quest’anno sarà incentrato prevalentemente sulle questioni attinenti alle tendenze del giornalismo attuale e di quello futuro.

I tanti e qualificati relatori presenti (tra i quali, Mario Calabresi, Beppe Severgnini, Luca Sofri, Enrico Mentana, Ferruccio de Bortoli, Marco Damilano, Giovanni Floris, Emily Bell, Riccardo Iacona, Corrado Formigli, Alessia Cerantola, Rosy Battaglia, Alberto Angela, Mark Little, Emiliano Fittipaldi, Alessandra Sardoni, Greg Barber, Marc Lavallee, Antonella Di Lazzaro, etc.) si confronteranno su fact-checking, data journalism, explanatory journalism, ruolo giornalistico delle piattaforme, paywall vs crowdfunding, era dei video e del mobile, robot journalism, realtà virtuale, coinvolgimento dei lettori e ruolo civico dell’informazione, crisi dell’homepage, ricerca della “nuova” obiettività, giornalismo mobile first, capire l’audience oltre le metriche, social networks vs media mainstream.

Non mancheranno riflessioni che prenderanno spunto dal caso Spotlight per discutere in merito al potere del giornalismo di cambiare le cose.

Il pubblico e gli speaker in arrivo da tutto il mondo saranno impegnati ad affrontare questi temi che riguardano strettamente la riflessione giornalistica, ma anche tematiche legate all’attualità: i migranti, le guerre, il terrorismo, la rinascita dei nazionalismi, l’Europa in crisi e le nuove sfide della democrazia, la privacy e la sorveglianza di massa, la libertà di espressione e la lotta contro la censura, il ruolo delle organizzazioni non governative nel coprire territori di guerra.

Grazie al sostegno di sponsor pubblici e privati, oltre a una riuscita campagna di crowdfunding, anche quest’anno, gli organizzatori Arianna Ciccone e Chris Potter sono riusciti a realizzare quello che viene sempre più spesso considerato come il più importante media event nel panorama europeo e non solo: 5 giorni, oltre 200 eventi, oltre 500 speaker provenienti da 34 Paesi diversi e, come durante le edizioni precedenti, il tutto rigorosamente a ingresso libero e in live streaming.

Il Festival Internazionale del Giornalismo, la cui prima edizione risale al 2006, rappresenta un appuntamento di grande qualità in cui il giornalismo non dialoga soltanto con se stesso, ma anche e soprattutto con il pubblico dei lettori, degli appassionati e degli studiosi dei mass media: in una società sempre più complessa come quella contemporanea, nel cui ambito tutto ciò che riguarda le varie declinazioni del giornalismo vive una fase di significativa trasformazione, l’informazione va analizzata e compresa nel suo evolversi avvicinandosi ad essa, alle proprie modalità e ai suoi stessi operatori.

Informazioni:
www.festivaldelgiornalismo.com

 

Marco Mancinelli
PressWeb Editor
pressweb@teletu.it

Annunci

Inaugurata la Casa dei Giornalisti a Roma

marzo 17, 2016

Inaugurata la Casa dei Giornalisti

Il 15 Marzo, a Roma, è stata inaugurata la nuova sede dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti.

Alla cerimonia di Via Sommacampagna ha partecipato Pietro Grasso, Presidente del Senato della Repubblica, il quale ha dichiarato: “Ho sempre ammirato i vostri colleghi impegnati nel giornalismo investigativo anche perché mi hanno offerto spunti preziosi per le indagini quando ero magistrato”.

Durante la cerimonia di inaugurazione, Il Presidente del Senato ha scoperto le foto in memoria di alcuni giornalisti assassinati per avere svolto la professione con onore, rispettando il dovere della verità:

  • Ilaria Alpi (1961-1994; giornalista italiana del TG3 della RAI uccisa in Somalia insieme all’operatore Miran Hrovatin)
  • Carlo Casalegno (1916–1977; giornalista e vicedirettore de La Stampa ucciso dalle Brigate Rosse)
  • Giuseppe Fava (1925–1984; giornalista e direttore responsabile del Giornale del Sud e fondatore de I Siciliani ucciso dalla mafia)
  • Giancarlo Siani (1959–1985; giornalista de Il Mattino ucciso dalla camorra)
  • Walter Tobagi (1947–1980; giornalista del Corriere della Sera ucciso dalla Brigata XXVIII Marzo, gruppo terroristico di estrema sinistra)

Il Presidente Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti Enzo Iacopino ha ricordato una frase di Giuseppe Fava: “Io ho un concetto etico del giornalismo. Un giornalismo fatto di verità impedisce molte corruzioni, frena la violenza e la criminalità, impone ai politici il buon governo. Un giornalista incapace, per vigliaccheria o per calcolo, si porta sulla coscienza tutti i dolori umani che avrebbe potuto evitare e le sofferenze, le sopraffazioni, le corruzioni e le violenze che non è mai stato capace di combattere”.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha inviato un messaggio in cui si legge, in particolare, che “la libertà di informazione, come il pluralismo, deve rimanere uno dei pilastri su cui si regge un sistema davvero democratico. Il mio augurio è che guardando alla gloriosa storia del giornalismo italiano e al sacrificio di molti vostri colleghi, essa sia sempre di più la casa della trasparenza, della verità, della professionalità, della formazione e della deontologia professionale”.

Intervenuti alla cerimonia anche la signora Luciana Alpi, mamma di Ilaria, Arrigo Levi, direttore de La Stampa all’epoca dell’assassinio di Carlo Casalegno, Paolo Siani, fratello di Giancarlo e Claudio Fava, figlio di Giuseppe.

Marco Mancinelli
PressWeb Editor
pressweb@teletu.it