Ossigeno per l’Informazione, Rapporto 2010

dicembre 14, 2010

“Un’attività importante per far conoscere questi dati alla nostra categoria, ma anche per sensibilizzare l’opinione pubblica che non è abbastanza informata” così Letizia Gonzales, presidente dell’OdG lombardo ha definito il lavoro di “Ossigeno per l’Informazione” in occasione della presentazione a Milano del Rapporto 2010 sui cronisti minacciati in Italia. Il rapporto ricostruisce una mappa dei giornalisti che hanno ricevuto minacce e intimidazioni in tutte le Regioni italiane, raccogliendo le testimonianze dirette delle vittime. Un’opera di documentazione preziosa, che non a caso vede la partecipazione congiunta di Ordine dei Giornalisti e Federazione Nazionale della Stampa, rappresentati a Milano oltre che da Letizia Gonzales, da Enzo Iacopino, presidente dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti e da Giovanni Negri, presidente dell’Associazione Lombarda Giornalisti. Alberto Spampinato, direttore di Ossigeno per l’Informazione, ha evidenziato le dimensioni del fenomeno in Italia: almeno 12 giornalisti sotto scorta, 78 casi di minacce raccolti dal Rapporto, che però sono solo quelli noti perché denunciati all’autorità giudiziaria. Considerando che in 23 casi le minacce sono collettive si possono considerare almeno 400 i giornalisti coinvolti. Ma i casi noti e denunciati sono solo la punta di un iceberg. Roberto Morrione, di Libera Informazione, associazione tra i promotori di Ossigeno, ha sottolineato la condizione di solitudine in cui vengono a trovarsi i giornalisti minacciati, che spesso sono isolati anche all’interno delle redazioni. Una condizione ancora più difficile, come ha sottolineato Luigi Ferrarella del Corriere della Sera, per i tanti giovani free lance o precari dell’informazione, che non hanno alcuna forma di protezione professionale ed economica. Una situazione difficile che riguarda innanzitutto regioni come Campania, Calabria e Sicilia dove la criminalità organizzata è più presente sul territorio, ma è in aumento anche nelle regioni del Nord a partire proprio dalla Lombardia. Un altro importante aspetto affrontato nell’incontro di Milano è quello delle richieste di risarcimento che, come ha ricordato Spampinato: “con il carattere di abuso legale che spesso rappresentano, costituiscono esse stesse una diffusa forma di intimidazione e di censura nei confronti dei giornalisti”. Spampinato indica anche un obiettivo: “Arrivare ad una legislazione che garantisca più attivamente il diritto-dovere dei giornalisti di fornire le informazioni all’opinione pubblica e, allo stesso tempo, il diritto dei cittadini di essere informati”.

Per fare il download della cartina con i dati del rapporto:
http://www.odg.mi.it/files/O2.Cartina_con_dati.pdf

Fonte: Ordine dei Giornalisti della Lombardia

Annunci

Amarcord editoriale: i tempi di Aziendenews.it

dicembre 2, 2010
Sono passati parecchi anni, ormai, da quando ricoprivo l’incarico di direttore editoriale (2001-2003) nel portale di informazione aziendale ed economica Aziendenews.it, ma, nonostante ciò, a distanza di così tanto tempo, capita ancora di ricevere e-mail, telefonate e news da diversi soggetti conosciuti proprio in virtù di quell’esperienza: imprenditori, manager, consulenti, esperti di comunicazione e di marketing, associazioni e via dicendo, per non parlare dei tanti allora studenti universitari, oggi tutti laureati. La cosa non può che farmi piacere e l’aspetto che ricordo con maggiore interesse risiede proprio nell’attenzione che, in parecchi e qualificati soggetti, quel portale fu capace di suscitare. Ricordo che, nel corso di quel periodo e mese dopo mese, restavo sempre più sorpreso dal numero crescente di e-mail che arrivavano alla mia casella e-mail di allora: ben 540, di cui oltre 100 anche dopo la fine del mio incarico. Purtroppo, di quelle tantissime e gradite e-mail ho perso ogni appunto, ma ne ricordo i nomi di parecchi mittenti: Giuseppe, Francesca, Mauro, Alessia, Giuliano, Anastasia, Antonio, Camilla, Andrea, Luca, Chiara, Paolo, Veronica, Giulia, Aldo, Cristina etc. etc. etc.
A tutti quei mittenti e a diversi lettori di allora che ancora oggi sono in contatto con il sottoscritto, dedico questo ricordo: in fondo, è proprio anche a ognuno di loro e al loro feed-back che devo una buona dose di riconoscenza per avermi permesso di entrare con maggior cognizione di causa nel loro vissuto pratico di ogni giorno in relazione a tante tematiche dell’economia, del mondo aziendale, della comunicazione e della formazione.
Confesso che, diversi mesi fa, avevo promesso a un gruppo di fedelissimi lettori dell’allora Aziendenews.it (e, oggi, di PressWeb), di parlare proprio su questo blog di “quei tempi”: un omaggio e un amarcord editoriale, la cui promessa è ora mantenuta.
Di cosa trattava Aziendenews.it?
Marketing, export, organizzazione aziendale, formazione, comunicazione, trend economici, interviste a esperti, certo, ma non solo: venivano affrontati anche fatti attinenti all’attualità di allora (ricordo i miei editoriali sulla tragedia dell’11 Settembre 2001, sui venti di guerra in Iraq, sull’arrivo dell’Euro, sulle tensioni nel mondo del lavoro, su certi pseudoconsulenti incapaci, sullo scandalo delle lauree comprate e su tanti altri argomenti).
Partecipava alla redazione di Aziendenews.it un buon gruppo di collaboratori, motivati, sinceramente interessati sia alle tematiche trattate dal portale che alla scrittura.
Il feed-back positivo di molti lettori fu e resta la prova “vivente” che se un giornale on line, giorno per giorno, viene costruito e gestito con vera passione, legandolo sempre sia alle reali necessità dei propri target di riferimento e sia a tematiche di stretta attualità, i risultati non tardano ad arrivare.
Non fu certo un caso che, ma qui entro nella mia sfera professionale privata, a distanza di qualche anno dal mio incarico, quando il portale (seppur non più aggiornato dall’editore) era ancora on line (non lo è più da almeno un paio di anni, forse anche di più), mi furono proposti da una casa editrice e da una testata giornalistica settoriale la stesura di alcuni libri e la cura di alcune rubriche mensili: tutto nacque dalla lettura dei contenuti su Aziendenews.it e ciò fu un’ulteriore conferma della validità di quell’esperienza editoriale.
E non è certo un caso ciò che, di recente, mi è stato segnalato da un collega giornalista: un noto ente pubblico di ricerca, l’Istituto per lo Sviluppo della Formazione Professionale dei Lavoratori (ISFOL), non molto tempo fa, ha realizzato e pubblicato on line sul proprio sito web un apposito studio sull’area occupazionale commerciale e marketing (“Orienta on line”) in cui sono citati molti articoli pubblicati su Aziendenews.it, in modo scrupoloso e corretto.
Per il download dello Studio ISFOL con citazioni Aziendenews:
ISFOL_Studio di area
Ai lettori dell’allora Aziendenews.it, un caro saluto.
Marco Mancinelli
PressWeB Editor

pressweb@teletu.it