Riflessioni sull’utilizzo di Facebook

novembre 6, 2014
Riflessioni sull'utilizzo di Facebook

Riflessioni sull’utilizzo di Facebook

Poche cose che (forse) il sottoscritto ha imparato sull’utilizzo di Facebook

(1) Se scrivi più di 4 o 5 righe, spingi gli altri utenti a non leggere il tuo post (vale la regola non scritta degli articoli on line che non devono mai essere lunghi)

(2) A volte, se riporti una news (tramite link o scritta di tuo pugno) dedicata ad argomenti non frivoli quali l’economia e la società, devi aspettarti anche battute da cabaret anni ’50, infantili o di pessimo gusto (ignorarle è la cosa migliore)

(3) Per qualche oscuro motivo, a volte, anche postando tuoi commenti o tue opinioni su argomenti di carattere generale, ci potrebbe essere qualcuno/a che si sentirà tirato/a malamente in causa

(4) Non esiste un filtro Facebook contro l’intolleranza e la presunzione: ci sarà sempre qualcuno/a che si sentirà, anche con modi degradati da bettola di quarta serie, in dovere di impartirti una o più “lezioni di vita”

(5) Facebook è comunque un mezzo (ancora) decente per stare in contatto con chi condivide alcuni tuoi interessi professionali e/o personali, a patto di farne uso e non abuso

Marco Mancinelli
PressWeb Editor
pressweb@teletu.it

Annunci