Alfredo Colitto vince il Premio Azzeccagarbugli 2011

Alfredo Colitto, vincitore del Premio Azzeccagarbugli 2011

Presso il Teatro di Società di Lecco, lo scorso 7 Ottobre, è stato assegnato il Premio al Romanzo Poliziesco Azzeccagarbugli 2011: il vincitore è Alfredo Colitto con “Il libro dell’angelo” (edizioni Piemme) con 481 voti. Proprio Colitto, nell’ambito dell’edizione 2010 del Premio, si era già classificato al secondo posto. Secondo classificato è Marco Malvaldi con “Il re dei giochi” (edizioni Sellerio) con 379 voti, seguito da Giancarlo Narciso con “Otherside” (edizioni Perdisa) con 333 voti e da Fulvio Ervas con “Finché c’è prosecco c’è speranza” (edizioni Marcos y Marcos) con 295 voti. Nel corso dello spoglio in diretta delle schede votate dai 100 lettori membri della Giuria Popolare e alla presenza della Giuria dei Letterati in platea, la giornalista e attrice Alessandra Casella ha invitato sul palco Luca Crovi, che ha assegnato il premio Opera Prima – Sezione Raffaele Crovi a Claudio Coletta, autore di “Via del Policlinico” (edizioni Sellerio), valutato come il miglior libro di esordio nella narrativa di genere italiana dalla Giuria dei Letterati. Infine, a Francisco Perez Gandul, autore di “Cella 211” (edizioni Marsilio), è stato assegnato dalla Giuria il premio come autore della migliore opera straniera del Paese ospite di questa edizione, la Spagna. Ha ritirato il premio Fabio Cremonesi, traduttore del libro.
Il libro di Alfredo Colitto si segnala come un notevole esempio di opera letteraria noir in cui svolgono un ruolo di primo piano i valori del ricorso all’attività di documentazione e di ricerca fatta dall’autore: si tratta di un thriller storico, le cui vicende si svolgono a Venezia nel corso dei festeggiamenti per la Festa della Sensa e lo Sposalizio del Mare, feste tradizionali popolane, in cui il protagonista è impegnato sia a salvare un uomo ingiustamente accusato di infanticidio e sia a proteggere il prezioso “Libro dei Misteri”, testo che sembra provenire direttamente da un vero e proprio angelo.
Atmosfere intrise di ambientazione storica e mixate con aspetti strettamente collocabili nel genere thriller fanno del libro di Alfredo Colitto una significativa opera densa di originalità nel panorama della letteratura noir italiana.
 
 
Marco Mancinelli
PressWeb Editor


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: