Anche Wikipedia contro il decreto sulle intercettazioni

Dal 4 Ottobre scorso, la home page di Wikipedia, la nota enciclopedia libera on line, riporta un comunicato stampa in cui gli utenti vengono informati dell’autocensura del sito: si tratta di una forma di protesta nei confronti del comma n. 29 del DDL sulle intercettazioni telefoniche.
Nello specifico, alla lettera “A” del suddetto comma, si legge: “per i siti informatici, ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica, le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate, entro 48 ore dalla richiesta, con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono“.
In altri termini, si vorrebbe costringere i siti e i blog alla rettifica entro 48 ore, anche senza la richiesta di un soggetto terzo: ciò significa che diventerebbe obbligatoria una rettifica su qualsiasi contenuto che il richiedente giudichi lesivo della propria immagine, ma, aspetto assolutamente non marginale, la valutazione della “lesività” di detti contenuti non verrebbe rimessa a un giudice terzo e imparziale, ma soltanto e unicamente all’opinione del soggetto che si presume essere danneggiato.
Ma, come molti dell’information community sanno bene, quel decreto rischia di rappresentare un colpo pressoché mortale alla pienezza della libertà di informazione, mettendo gravi ostacoli al lavoro dei cronisti che si occupano, in particolare, di giudiziaria.
Che si siano verificati degli eccessi, anche rilevanti, riconducibili a quanto scritto sui giornali e sui presidi informativi on line, è innegabile, ma innalzare la soglia relativa alle limitazioni è qualcosa di grave e senza precedenti in uno Stato di Diritto, dal momento che ogni cittadino italiano è già seriamente tutelato in tale ambito dall’articolo 595 del Codice Penale, articolo che espressamente prevede e punisce il reato di diffamazione.
Ma, forse, la casta dei politici non conosce quanto già disposto dal Codice Penale del nostro Paese e si prefigge ben altri obiettivi che con l’interesse collettivo non hanno un gran che da spartire.
 
 
Marco Mancinelli
PressWeb Editor  
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: