AGCOM e libertà di espressione on line

AGCOM e attacco alla libertà di espressione on line

Risulta davvero incomprensibile ed eccessivo, sia nei toni e sia nelle modalità operative, quanto contenuto nella recente delibera dell’AGCOM, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. Nello specifico, risulta che se il titolare dei diritti di un contenuto di tipo audiovisivo riscontri una violazione del copyright su un qualsiasi sito Internet (portale, banca dati, sito privato o blog) ha la facoltà di chiederne la rimozione al gestore. Inoltre, il gestore, come espressamente indicato nella delibera, se la richiesta dovesse apparisse fondata, avrebbe 48 ore di tempo dalla ricezione per adempiere. E se ciò non dovesse avvenire, il richiedente avrebbe la facoltà, secondo la delibera, di rivolgersi direttamente all’AGCOM la quale farebbe una breve verifica in contraddittorio con le parti da concludere entro il termine massimo di 5 giorni, comunicandone l’avvio al gestore del sito o del servizio di hosting. In caso di esito negativo, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni potrebbe disporre la rimozione dei contenuti. La domanda da porre è: ma come è possibile che sia demandato a un ente amministrativo decidere su questioni del genere che attengono direttamente alla libertà di espressione? Ma non solo: emerge il dubbio che ci si possa attaccare a nebulose violazioni del copyright (comunque, una questione quanto mai seria e non marginale) per togliere dalla circolazione on line siti e blog che risultano fastidiosi per qualcuno. Sul sito Valigia Blu – La Dignità dei Giornalisti, il Rispetto dei Cittadini –, viene menzionato correttamente il commento del professore Juan Carlos De Martin del Politecnico di Torino pubblicato sul Sole 24 Ore: “Anche l’Italia contribuisce al cambio di scenario. Il nostro paese rischia di diventare la prima grande democrazia avanzata a permettere a un ente amministrativo di decidere di diritti fondamentali come la libertà di espressione. L’Agcom da mesi lavora a un provvedimento che introdurrebbe una procedura puramente amministrativa per sanzionare usi ritenuti illeciti di contenuti tutelati dal diritto d’autore. Negli ultimi giorni si è prefigurata un’improvvisa accelerazione del processo, che nei primi mesi di quest’anno era stato trasparente e inclusivo. Le prossime settimane diranno se e in che misura l’Italia contribuirà al tentativo dei decisori tradizionali di prendere il controllo di quella rete ideata, arricchita e popolata da tutti, tranne che da loro e dalle istanze che rappresentano“. C’è molto da riflettere e, soprattutto, da capire. C’è da riflettere sull’opinione che determinati ambienti amministrativi hanno della Grande Rete. C’è da capire che cosa davvero rappresenta il mondo della comunicazione e delle idee che circolano on line anche nel nostro Paese. In ogni modo, va detto che la delibera dell’AGCOM non è di certo passata inosservata: è in atto da diversi giorni una mobilitazione civile, che vede promotori Adiconsum, Agorà Digitale, Altroconsumo, Assonet-Confesercenti, Assoprovider-Confcommercio e Studio Legale Sarzana. Diverse migliaia sono, allo stato attuale, le adesioni di chi esprime seria preoccupazione sulla vicenda: è sufficiente consultare il presidio on line Sito Non Raggiungibile e verificare i risultati aggiornati in tempo reale della petizione rivolta a tutti gli schieramenti politici.
Un ambito come quello relativo ai mezzi della libertà di espressione non può che essere regolato per via legislativa (parlamentare) e non per via amministrativa e burocratica.
Sperando che al buon senso e, soprattutto, ai sani principi che stanno alla base di ogni vera democrazia venga riservato lo spazio che meritano, sempre e necessariamente.

Marco Mancinelli
PressWeb Editor
pressweb@teletu.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: