Per i direttori responsabili di giornali on line, nessuna responsabilità per omesso controllo

Il direttore di un giornale on line non può essere chiamato a rispondere di “omesso controllo” in caso di pubblicazioni, sul sito web da lui diretto, dai contenuti diffamatori: ciò è quanto è stato stabilito dalla Corte di Cassazione, la quale ha sottolineato come il reato previsto dall’art. 57 del Codice Penale, che punisce i direttori per non aver vigilato sul contenuto delle pubblicazioni, non possa essere applicato al canale Internet in quanto ciò è espressamente previsto soltanto per la carta stampata.
Ecco la sentenza della V Sezione Penale della Corte di Cassazione: “L’articolo 57 del Codice Penale punisce il direttore del giornale che colposamente non impedisca che, tramite lo pubblicazione del giornale, siano commessi reati. Il dettato dell’articolo 57 del Codice Penale non è applicabile al cosiddetto giornale telematico. La lettera della legge e la sua ratio fanno riferimento al concetto di stampa, concetto nel quale non può essere ricompresa l’informazione on line. Né può pensarsi a una interpretazione analogica, trattandosi, evidentemente di analogia in malam partem. Sul punto, dottrina e giurisprudenza sono concordi”.
Appare più che legittimo ipotizzare l’apertura di un dibattito fino ad oggi inedito, dibattito che vedrà protagonisti giornalisti ed editori on line, giuristi e osservatori dell’informazione che transita per la grande rete telematica.

Marco Mancinelli
PressWeb Editor

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: