Comunicazione innovativa. Come e perché?

Comunicazione innovativa__

Di frequente, parlando di comunicazione tra addetti ai lavori, emerge il termine “innovazione”. Ma quanto c’è di innovativo nella comunicazione di oggi? Se si analizzano certe brochures aziendali e determinati modi di impostare un comunicato stampa, viene da pensare che di innovativo ci sia ancora ben poco. In realtà, non è così: molti operatori della communication community italiana sono davvero portatori (sani, anzi, sanissimi) di idee innovative, di nuovi modi di presentare un servizio, un prodotto o un evento. Chi orbita professionalmente nel settore della comunicazione, con passione e con voglia di documentarsi, sa bene che il contesto generale è ricco di creativi che, a livelli differenti, sono capaci di immettere tasselli importanti nel circuito delle idee. Eppure, non capita certo così raramente di ricevere comunicati stampa asfittici, incapaci di attirare la nostra attenzione e di evidenziare il cosiddetto plus informativo. Non capita così di rado di assistere a conferenze i cui speakers sembrano essere rimasti agli anni ’80, sia per impostazione e sviluppo dell’esposizione che per terminologia utilizzata. Alcune brochures aziendali sembrano fatte apposta per sprecare inchiostro e per riempire i cestini degli uffici: mancano di dettagli valoriali, di freschezza e non sono in grado di suscitare interesse in chi le riceve. Per quanto riguarda certi eventi di tipo aziendale, culturale o associativo, c’è ancora chi sembra voler replicare l’impostazione e i ritmi adottati nelle aule universitarie di un non così lontano passato: ecco che, al di là delle potenzialità contenutistiche, si trasmette alla platea un vago senso di noia che porta, la maggior parte dell’audience, a desiderare solo ed esclusivamente i momenti del rinfresco (quando e se previsto) e della sospirata uscita dalla location. La comunicazione moderna, per essere davvero definita innovativa, ha bisogno di ritmo e di freschezza, di apposite modalità capaci di evidenziare il valore aggunto di ciò che si intende comunicare e, certamente, di supporti tecnici adeguati e non improvvisati. Certe brochures, certi comunicati stampa e certi eventi che sanno tanto di vecchiume e di burocratico non possono che essere considerati come materiale da rottamare una volta per sempre, perché trasmettono un senso di inutilità e di noia che sembra fatto apposta per offrire non un qualcosa di professionalmente valido, ma per offrire una mera alternativa ad uno specifico farmaco: il sonnifero.

Marco Mancinelli
PressWeb Editor
pressweb@teletu.it


Annunci

One Response to Comunicazione innovativa. Come e perché?

  1. Veronica ha detto:

    certi comunicati stampa, certi eventi… certe brochure… zZZZZZZzzzzzzzzZZZZZZZZZzzzzzzzzzz

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: