“Qui città di M.”, teatro e letteratura per comunicare la città che cambia

Le grandi città cambiano, le dinamiche della vita metropolitana impongono all’attenzione dei mass media e dei cittadini nuovi temi, nuovi fatti e nuove contraddizioni: sono questi aspetti, spesso crudi, che lo spettatore che assiste alla rappresentazione teatrale “Qui città di M.” sente premere emotivamente sulla propria visione della contemporaneità.
Qui città di M.” è molto più di una recita teatrale: allo stesso tempo, è un’inchiesta e una vera e propria denuncia rivolta alla vita della metropoli.
Tratto dall’opera noirTrilogia della città di M.“, scritta da Piero Colaprico, lo spettacolo teatrale ha per regista Serena Sinigaglia e come unica protagonista l’attrice Arianna Scommegna che impersona sette personaggi che si alternano sulla scena.
Al Teatro Verdi di Milano, dal 10 al 29 Ottobre, va in scena un monologo che unisce teatro e letteratura, in un susseguirsi intenso di situazioni metropolitane, poliziesche, giornalistiche e, soprattutto, umane.
Due efferati omicidi, un nuovo ed inquietante giallo da risolvere per la polizia. Sette personaggi, ognuno di essi coinvolto a diverso titolo nell’ennesima vicenda noir che si snoda per le vie della grande città. Contraddizioni, debolezze, insicurezze, ma anche desiderio di andare avanti, di sopravvivere nella ed alla giungla metropolitana emergono crudemente nei personaggi della storia.
Arianna Scommegna dimostra una rara bravura teatrale ed un’intensa capacità comunicativa: con lei, così coinvolgente ed espressiva, lo spettatore si emoziona e, soprattutto, riflette su quanto sta cambiando nella grande città, dove incerte sfaccettature e oscuri timori colorano la vita che scorre, a Milano come in altre metropoli. 
La grande città ti entra dentro, ti cambia nel profondo, ti sbatte in faccia una realtà umana spesso poco decifrabile, dove le relazioni sociali, il lavoro ed i ritmi quotidiani, al di là delle grandiose luci sfavillanti, prima nascondono e poi rivelano nuove zone d’ombra capaci di spingere anche individui insospettabili in profondi abissi.
In abissi da letteratura noir, certamente, ma anche densi di realtà e di vera cronaca.

 

Marco Mancinelli
PressWeb Editor
pressweb@teletu.it

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: